Buongiorno Benessere Rai 1 parla di Pane Funzionale Salus®

Buongiorno Benessere Rai 1 parla di Pane Funzionale Salus®

pane funzionale salus buongiorno benessere differenze kamut

Anche Buongiorno Benessere, il popolare programma di Rai 1 che va in onda ogni sabato mattina, ha scoperto e promosso Pane Funzionale Salus®. A fine marzo la giornalista Francesca Brienza e la sua troupe hanno girato un servizio-intervista a Federico Allamprese Manes Rossi, titolare e fondatore de Il Granaio dell Idee Srl. L’azienda ricerca, sviluppa e produce farine e preparati per pane speciale. Il prodotto di punta attualmente è proprio Pane Funzionale Salus®, nato dalla volontà di dare al consumatore informazioni nutrizionali chiare sia dal punto di vista salutistico che nutrizionale.

Le fibre d’avena

Salus è un pane light e salutare con ben 7 benefici nutrizionali: a ridotto contenuto calorico, a tasso ridotto di carboidrati, ricco di proteine, ricco di fibre, con pochi grassi, a tasso ridotto di sodio e con Beta-glucani dell’avena. Questi ultimi sono delle fibre particolari contenute nell’avena e rappresentano una delle interessanti peculiarità di Pane Funzionale Salus®. Donano una particolare gradevolezza al pane e lo aiutano a mantenersi fresco per qualche giorno. Inoltre, se vengono assunti nella quantità di 3g (150g di Pane Salus), aiutano a ridurre i livelli di colesterolo nel sangue. L’altra peculiarità di Pane Funzionale Salus® è che ha un tasso ridotto di carboidrati, che si traduce quindi in un ridotto contenuto calorico.

L’intervento del nutrizionista

Durante il servizio su Buongiorno Benessere si è parlato anche di nutrizione. Fondamentale l’intervento di Stefano Sbrignadello, nutrizionista specializzato nel campo dei disordini metabolici, del diabete e sue complicanze, della sensoristica per il glucosio. Il Dott. Sbrignadello ha confermato l’importanza del pane nella dieta quotidiana. In particolare, Salus rappresenta una valida alternativa da inserire all’interno di una dieta equilibrata perché potrebbe aiutare a ridurre il colesterolo alto e potrebbe migliorare il controllo glicemico di medio e lungo termine nei soggetti affetti da Diabete Mellito Tipo 2 (T2DM), in aggiunta ai farmaci utilizzati per il controllo del glucosio nel sangue.

Il servizio su Buongiorno Benessere

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *